ILTEMPO DEI PAPA'

LABORATORIO COSTRUZIONE TRAMPOLI


Un Pomeriggio , ma che dico, 2 ore ( non esageriamo!) con PAPA’ e con I PAPA’  

 

 

MARTEDI’ 17 APRILE apriamo al II° laboratorio solo PAPA’-FIGLI , con l’occasione di realizzare UN PAIO DI TRAMPOLI. IL primo laboratorio Pinocchietto Gira Gira! è stato bellissimo con il tutto esaurito, per cui riproponiamo il “TEMPO DEI PAPA’” , un tempo per fare con i figli, un tempo per chiacchierare e un tempo per bere una birra tra MASCHI !

 

La scelta di un oggetto pulito che si è spesso già visto e acquistato ne sottolinea la potenzialità e la semplicità come primo incontro con gli attrezzi e con gli elementi della costruzione.Come attrezzi verranno utilizzati , il traforo elettrico, carta vetro, morsa, sega a mano, filo, filo di ferro, martello, trapano a mano, chiodi, viti ….

 

Nell’attesa o dopo avere costruito, naturalmente, potrete continuare il gioco e la scoperta con il Parco PACHI Piccola Bottega Delle Invenzio

 

COSA

Un Paio di TRAMPOLI

Un gioco antico ,il FARE INSIEME .Per bambini 4-12 anni e papa’ o nonni Furbi Costruiamo Insieme a BRUNO in semplicità e stupore.

QUANDO-DOVE

MARTEDI’ 17 APRILE presso Il PARCO di PIANETA VERDE Via Trieste 102b a PARMA 

DUE TURNI 16,30/18 e 18/1930

www.pianetaverde.eu

Max 25 persone

PERCHE’

Per stare tra PAPA’ un mestiere difficile , una vita intensa eppure unico per tutti. Abbiamo deciso di creare questa occasione per permetterci di stare insieme, confrontarci tra noi e condividere con i nostri figli il momento del FARE poca teoria su le maniche e TRUCIOLI !!!!

 

In Una società 4.0 il saper Fare unico strumento per tornare a gioire

 

Attraverso la ricerca e i dati acquisiti, la tecnologia ha dimostrato di non trasmettere l’apprendimento; il quale passa, sempre e comunque per la tradizionale  fatica dell’errore, richiede l’utilizzo e l’unione della maggiore parte dei sensi .

  • Vista
  • tatto
  • olfatto
  • udito
  • gusto

Ed appunto nel costruire i propri attrezzi di gioco ed il proprio mondo che si acquisisce sicurezza nelle proprie capacità.

Nello sguardo del padre e nel confronto che si vedono e si toccano con l’anima i propri limiti fisici e non.

Lasciate fuori il giudizio, la tensione e la fretta e diamoci un pomeriggio in cui giocare 

 

Massimiliano Colangelo